Make a WISH to the Order of Malta 2018

Iniziativa per giovani serbi con difficili patologie

L’Ordine di Malta ha una storia millenaria di dedizione e di servizio ai più poveri, ai più deboli e ai più malati. In Serbia diverse iniziative umanitarie e sociali sono state promosse dall’Ambasciata del Sovrano Ordine a Belgrado insieme a programmi di istruzione e di formazione.
I genitori e/o i medici curanti di giovani con difficili patologie, bisognosi di cure particolari o di interventi chirurgici di significativa difficoltà o rarità, nel corso del 2018, possono segnalare all’Ambasciata dell’Ordine di Malta a Belgrado la loro situazione e le loro esigenze.

Atmosfera natalizia anche allo “Shelter for Children” di Belgrado

Il successo del Charity dinner organizzato dai coniugi Luigi ed Ulrike Ruggeri in Costa Azzurra, a metà Dicembre, ha permesso di sostenere per tutto l’inverno 2017-2018 il progetto “A hot meal in a cold winter” voluto dall’Ambasciata del Sovrano Ordine di Malta in Serbia a favore della benemerita istituzione di Belgrado “Shelter for Children”.

Una serata di solidarietà augurale

Saint Paul de Vence (Francia), 17 dicembre 2017

Anche quest’anno, soprattutto con l’avvicinarsi del Santo Natale, si fa sentire il freddo balcanico che ci ricorda le difficoltà di molti ragazzi anche solo per avere un pasto adeguato.

Latte, olio e yogurt al Centro di Sremcica

Belgrado, 3 novembre

La nuova Direttrice del Centro di Sremcica – che ospita ragazzi orfani con disabilità fisiche e psichiche – Sandra Perić, pochi giorni fa aveva manifestato un urgente WISH: quello di non lasciare i suoi giovani ospiti senza latte, olio e yogurt.

L’incontro dei Giovani cattolici di tutta la Serbia

Belgrado, 7 ottobre 2017

Si è svolto a Belgrado l’incontro dei giovani cattolici di tutta la Serbia, organizzato dall’Arcidiocesi di Belgrado.
“Incontrarsi è molto importante per i nostri giovani – ha detto S.E. Rev.ma Mons. Stanislav Hocevar, Arcivescovo di Belgrado – perché essi vivono in una situazione particolare in quanto fanno parte di diverse minoranze: ungheresi, croate, albanesi, ucraine, slovacche, ceche, slovene e bulgare, praticamente dispersi in mezzo alla grande maggioranza serbo-ortodossa”.