L’Ambasciatore di Luca alla cerimonia di inaugurazione del nuovo Presidente serbo Aleksandar Vucic

Belgrado, 23 giugno

Il Luogotenente di Gran Maestro del Sovrano Ordine di Malta, Frà Giacomo Dalla Torre del Tempio di Sanguinetto, nella impossibilità di partecipare personalmente per la concomitante udienza con il Santo Padre Papa Francesco, nella ricorrenza della festività di San Giovanni Battista Patrono dell’Ordine, ha designato l’Amb. Alberto di Luca quale suo Rappresentante personale alla cerimonia di inaugurazione del nuovo Presidente serbo, Aleksandar Vucic.

La nostra Festa Nazionale nella ricorrenza di San Giovanni Battista

Belgrado, 20 giugno 2017

Con qualche giorno d’anticipo rispetto alla Festività (24 giugno) del Santo Patrono del Sovrano Ordine di Malta, anche quest’anno la nostra Festa Nazionale è stata celebrata in un contesto di diplomazia umanitaria e di cultura.

I valori della musica, uniti agli ideali della missione umanitaria dell’Ordine di Malta, si sono fusi nella indimenticabile rappresentazione, al Teatro dell’Opera della Capitale serba, della celebre “Traviata” di Giuseppe Verdi, i cui protagonisti sono stati la soprano canadese Claire Coolen e, a grande richiesta, il baritono italiano Alberto Gazale.

Un’altra lettera “Make a WISH”, un’altra operazione

Nis, giugno 2017

Ai primi di giugno è arrivata in Ambasciata la lettera di una mamma che descriveva il caso difficile del proprio figlio di 7 anni, Jovan S., che necessitava di una operazione urgente  di Tonsillectomia e Adenoidectomia. Non è sembrata alla Commissione di valutazione dell’Ambasciata un’operazione così rara o difficile, ma si è voluto in ogni caso approfondire.

I valori della cultura e della musica uniti agli ideali della missione umanitaria dell’Ordine di Malta

traviata order of malta Serbia

Anche quest’anno a Belgrado l’Ambasciata del Sovrano Ordine di Malta ha voluto unire i valori intramontabili della cultura e della musica agli ideali perenni della missione umanitaria e benefica dell’Ordine, in Serbia e nel Mondo.

La nostra Festa Nazionale – festività del Patrono dell’Ordine San Giovanni Battista – sarà ricordata, il 20 giugno, nell’ambito della rappresentazione, al Teatro dell’Opera della Capitale serba, della celebre “Traviata” di Giuseppe Verdi, di cui saranno protagonisti la soprano Claire Coolen e, a grande richiesta, il baritono Alberto Gazale.

Le incantevoli note del capolavoro verdiano accompagneranno collaboratori e amici dell’Ordine in un evento che rappresenta, come sempre, il punto di partenza di un nuovo anno di lavoro e di attività ispirate dalla millenaria “Stella Polare” melitense: Tuitio fidei et obsequium pauperum.

Concluso “A Hot meal in a cold winter”

Belgrado, 23 maggio

La Direttrice del Centro Shelter for Children, Signora  Danjela Stojkovic, ed alcuni dei ragazzi ospiti di questa ben organizzata ed efficiente istituzione sociale di Belgrado, ha calorosamente accolto l’Ambasciatore Alberto di Luca per la piccola cerimonia di chiusura del “A hot meal in a cold winter”.

Gli ospiti sono ragazzi di età compresa fra i 7 e i 18 anni, spesso vittime di violenza, abusi e abbandono; vittime di traffico di esseri umani; bambini senza cure parentali e/o di strada: le drammatiche e angoscianti tragedie quotidiane che dolorosamente accomunano così tanti paesi della nostra “civilissima” Europa.

Al servizio dei “signori malati”

5 maggio 2017

Intervista a fra Giacomo Dalla Torre luogotenente di Gran Maestro dell’Ordine di Malta – L’Osservatore Romano

Order of Malta SerbiaUn organismo quasi millenario che ha avuto come obiettivo primario quello di offrire aiuto, sostegno, vicinanza ai malati, ai poveri, agli esclusi. Oggi in tutto il mondo, senza distinzioni di nazionalità, lingua, religione. Con i suoi tredicimila membri e i centomila volontari e dipendenti, il Sovrano militare ordine di Malta è una realtà che è sempre stata al servizio della Chiesa e del bene integrale dell’uomo. Ne parla in questa intervista all’Osservatore Romano, il luogotenente di Gran maestro appena eletto, fra Giacomo Dalla Torre del Tempio di Sanguinetto, che, come primo impegno pubblico, accompagnerà i “signori malati” a Lourdes nel pellegrinaggio internazionale al quale parteciperà l’arcivescovo Angelo Becciu, sostituto della Segreteria di Stato e delegato speciale del Papa per l’ordine.

Il freddo dei Balcani non perdona

Belgrado, 26 gennaio

Anche nel 2017 l’Ambasciata del Sovrano Ordine di Malta in Serbia sarà al fianco dei bambini.

Lo farà con l’importante progetto “Make a WISH to the Sovereign Order of Malta” (nel sito il REGOLAMENTO 2017) ma anche con iniziative da realizzare nel solco del tradizionale impegno umanitario, sociale e ospedaliero che caratterizza la missione dell’Ordine di Malta e la nostra pluriennale presenza  in Serbia.

Presentato il programma del “Make a WISH 2017” al Ministero degli Esteri

Belgrado, gennaio 2017

Le eccellenti relazioni fra la Repubblica di Serbia e il Sovrano Ordine di Malta, i seguiti della recente visita ufficiale a Belgrado del Grand’Ospedaliere dell’Ordine, S.E. il Principe  Dominique de la Rochefoucauld-Montbel, le molteplici attività già realizzate e quelle in programmazione  – tra le quali il “Make a WISH 2017” –  sono stati i temi del cordiale incontro di lavoro dell’Amb. Alberto di Luca con il Direttore del Dipartimento “Paesi Vicini” del Ministero degli Esteri, Amb. Slobodan Vukčević.

Make a WISH to the Sovereign Order of Malta 2017

Iniziativa per le ragazze e i ragazzi serbi con difficili patologie


L’Ordine di Malta ha una storia millenaria di dedizione e di servizio ai più poveri, ai più deboli e ai più malati. In Serbia diverse iniziative umanitarie e sociali sono state promosse dall’Ambasciata del Sovrano Ordine a Belgrado insieme a programmi di istruzione e di formazione.

I genitori e/o i medici curanti di bambini, ragazzi con difficili patologie, bisognosi di cure particolari o di interventi chirurgici di significativa difficoltà o rarità, nel corso del 2017, possono segnalare all’Ambasciata dell’Ordine di Malta a Belgrado la loro situazione e le loro esigenze.

Nel 2015, il progetto realizzato dall’Ambasciata e battezzato “Make a WISH to the Sovereign Order of Malta” – finanziato con i proventi di un Charity dinner svoltosi con successo nel Principato di Monaco – ha raggiunto 1.500 bambini delle zone duramente colpite dall’alluvione del 2014.