Make a WISH to the Order of Malta 2018

Iniziativa per giovani serbi con difficili patologie

L’Ordine di Malta ha una storia millenaria di dedizione e di servizio ai più poveri, ai più deboli e ai più malati. In Serbia diverse iniziative umanitarie e sociali sono state promosse dall’Ambasciata del Sovrano Ordine a Belgrado insieme a programmi di istruzione e di formazione.
I genitori e/o i medici curanti di giovani con difficili patologie, bisognosi di cure particolari o di interventi chirurgici di significativa difficoltà o rarità, nel corso del 2018, possono segnalare all’Ambasciata dell’Ordine di Malta a Belgrado la loro situazione e le loro esigenze.

Atmosfera natalizia anche allo “Shelter for Children” di Belgrado

Il successo del Charity dinner organizzato dai coniugi Luigi ed Ulrike Ruggeri in Costa Azzurra, a metà Dicembre, ha permesso di sostenere per tutto l’inverno 2017-2018 il progetto “A hot meal in a cold winter” voluto dall’Ambasciata del Sovrano Ordine di Malta in Serbia a favore della benemerita istituzione di Belgrado “Shelter for Children”.

Latte, olio e yogurt al Centro di Sremcica

Belgrado, 3 novembre

La nuova Direttrice del Centro di Sremcica – che ospita ragazzi orfani con disabilità fisiche e psichiche – Sandra Perić, pochi giorni fa aveva manifestato un urgente WISH: quello di non lasciare i suoi giovani ospiti senza latte, olio e yogurt.

Tipico “Make a WISH”

Belgrado, 30 settembre

Nei giorni scorsi abbiamo ricevuto in Ambasciata una lettera di “Make a WISH” da parte dei genitori di una ragazza di 11 anni, Sandra R.
Alla sua seconda settimana di vita, Sandra ebbe un‘infezione con una lussazione dell’anca destra. L‘infezione venne trattata con foratura, immobilizzazione e trazione, mentre la lussazione dell’anca venne trattata con “imbracatura Pavlik”. La conseguenza dell’infezione fu l’accorciamento della gamba destra (principalmente il femore) ma anche la deformità dell’anca.

Izvor, sempre nei nostri pensieri

25 luglio 2017

Per l’Ambasciata del Sovrano Ordine di Malta a Belgrado il Monastero di St. Petka a Izvor  – ed in particolare il Centro gestito così bene dalle Suore Ortodosse –  significa molto per l’esempio di solidarietà umana, di sensibilità spirituale e di concreto impegno sociale che li accomunano alla missione e alle finalità melitensi.

Proseguono gli interventi chirurgici del “Make a WISH”. Una bella lettera di ringraziamento!

Nis, 10 luglio

Continuano ad arrivare all’Ambasciata del Sovrano Ordine di Malta a Belgrado lettere di richiesta di aiuto per ragazzi che necessitano di operazioni chirurgiche urgenti o difficili, nell’ambito del programma “Make a WISH 2017”.

Una di queste lettere è arrivata dai genitori di Đorđe G. che hanno segnalato all’Ambasciata la necessità di operare il loro figlio con un’urgenza non compatibile coi tempi di attesa proposti dalla struttura ospedaliera locale.

L’Ambasciatore di Luca alla cerimonia di inaugurazione del nuovo Presidente serbo Aleksandar Vucic

Belgrado, 23 giugno

Il Luogotenente di Gran Maestro del Sovrano Ordine di Malta, Frà Giacomo Dalla Torre del Tempio di Sanguinetto, nella impossibilità di partecipare personalmente per la concomitante udienza con il Santo Padre Papa Francesco, nella ricorrenza della festività di San Giovanni Battista Patrono dell’Ordine, ha designato l’Amb. Alberto di Luca quale suo Rappresentante personale alla cerimonia di inaugurazione del nuovo Presidente serbo, Aleksandar Vucic.

La nostra Festa Nazionale nella ricorrenza di San Giovanni Battista

Belgrado, 20 giugno 2017

Con qualche giorno d’anticipo rispetto alla Festività (24 giugno) del Santo Patrono del Sovrano Ordine di Malta, anche quest’anno la nostra Festa Nazionale è stata celebrata in un contesto di diplomazia umanitaria e di cultura.

I valori della musica, uniti agli ideali della missione umanitaria dell’Ordine di Malta, si sono fusi nella indimenticabile rappresentazione, al Teatro dell’Opera della Capitale serba, della celebre “Traviata” di Giuseppe Verdi, i cui protagonisti sono stati la soprano canadese Claire Coolen e, a grande richiesta, il baritono italiano Alberto Gazale.

Un’altra lettera “Make a WISH”, un’altra operazione

Nis, giugno 2017

Ai primi di giugno è arrivata in Ambasciata la lettera di una mamma che descriveva il caso difficile del proprio figlio di 7 anni, Jovan S., che necessitava di una operazione urgente  di Tonsillectomia e Adenoidectomia. Non è sembrata alla Commissione di valutazione dell’Ambasciata un’operazione così rara o difficile, ma si è voluto in ogni caso approfondire.