L’AUSPICIO DEL MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI DELLA SERBIA PER LE VISITE DEL GRAN MAESTRO E DEL GRAN CANCELLIERE

Belgrado, 28 febbraio 2014

In una atmosfera particolarmente amichevole si è svolto il 28 febbraio, al Ministero degli Affari Esteri a Belgrado, l’incontro dell’Ambasciatore Alberto di Luca con il Deputy Assistant Minister degli Affari Esteri, responsabile per la Cooperazione Bilaterale, Ambasciatore Goran Petrovic.

Nel corso del lungo e cordiale colloquio sono stati affrontati diversi temi inerenti alle già eccellenti relazioni tra l’Ordine di Malta e la Serbia.

In particolare, l’Amb. di Luca e il l’Amb. Petrovic hanno fatto il punto sulle attività in corso e sui futuri progetti di collaborazione bilaterale, alla luce dell’Accordo umanitario recentemente firmato grazie al quale sono agevolate le molteplici iniziative promosse dall’Ambasciata dell’Ordine in Serbia.

Tra gli altri argomenti discussi nell’incontro vi sono stati il comune auspicio di giungere presto anche alla firma dell’Accordo Postale e una comune valutazione sull’importanza di sviluppare in tutti campi la cooperazione tra le due parti.

Il Deputy Assistant Minister Amb. Petrovic ha espresso all’Amb. di Luca l’auspicio delle Autorità serbe affinché sia possibile, quanto prima, definire le date per le attese visite a Belgrado del Gran Maestro e del Gran Cancelliere.

Inaugurazione della casa di Nurdor

Belgrado, 27 febbraio 2014

Questo è uno di quei progetti che piacciono all’Ordine di Malta. Identificare un problema vero e cercare una soluzione anche al di fuori dei confini geografici. È così che nasce l’idea di supportare la dinamica Associazione Nurdor in Serbia (www.nurdor.org)

Il problema, drammatico, è quello di genitori disperati per aver scoperto che il proprio figlio è ammalato di cancro e avere pure le difficoltà economiche o logistiche per accompagnarlo a Belgrado a curarsi. Nurdor, che già nel 2012 aveva una struttura abitativa adatta ad ospitare alcune famiglie, ci chiede un aiuto per cercare un ampiamento della loro offerta logistica. L’Ambasciata del Sovrano Ordine di Malta accetta l’invito e, grazie alla rivista 24Hours (gruppo ilsole 24 ore), ed in particolare al suo Direttore Augusto Capitanucci, si è messa in moto per trovare 24 orologi di alta gamma, offerti da 24 case orologiere per organizzare a Milano, il 29 febbraio 2012, un’asta. Ottimo il risultato: €100.000!

Originariamente si era pensato, anche con la Onlus Help Them italiana che aveva fornito un suo supporto logistico, alla ristrutturazione di uno spazio vicino all’Ospedale, ma problemi di costi uniti a quelli burocratici, hanno fatto desistere. Si è allora cercato una villetta, anch’essa vicina all’Ospedale, da acquistare, ristrutturare e consegnare a Nurdor per gestirla al meglio. Naturalmente €100.000 non sono stati sufficienti, ma la capacità di Nurdor nel far conoscere la qualità della sua azione, e la generosa disponibilità di tanti serbi, ha permesso di raggiungere l’ambito traguardo con soli due mesi di ritardo rispetto al piano originario.

 

Seminario strategico internazionale

Rodi, 12 – 17 Febbraio

“E’ il nostro costante e leale aiuto a coloro che stanno soffrendo, che ha resistito alla prova del tempo, e credo continuerà a servire per secoli a venire.”

Sua Altezza Eminentissima il Principe e Gran Maestro Fra’ Matthew FESTING

 

 

 

Oltre 350 i partecipanti, provenienti da tutto il mondo.

Si è svolto dal 12 al 17 febbraio scorso il Seminario strategico internazionale del Sovrano Ordine di Malta. La conferenza quinquennale ha visto riunirsi il governo del Sovrano Ordine di Malta insieme ai vertici delle strutture nazionali, ambasciatori, diplomatici, membri dell’Ordine e responsabili dei corpi dei volontari per discutere delle strategie e le sfide da affrontare negli anni futuri. Dopo Malta nel 2004 e Venezia nel 2009, quest’anno per ospitare il meeting è stata scelta Rodi, luogo di grande significato per la storia dell’Ordine, sede del Gran Maestro e del governo per oltre 200 anni, dal 1310 al 1523.

Quindici sono stati i “Gruppi di lavoro”, ai quali hanno partecipato oltre 350 fra donne e uomini provenienti dai cinque continenti. La missione dell’Ordine come Ente Sovrano, le risposte dell’Ordine alle priorità di Papa Francesco, la selezione e la formazione di nuovi membri e volontari. E poi ancora l’identità culturale dell’Ordine, la sua missione nei confronti delle persone marginalizzate ed escluse, sempre con un occhio attento ai giovani, come ha voluto ricordare il Gran Maestro Fra’ Matthew Festing nel suo discorso di apertura. “Siamo ad un punto di svolta nella nostra storia; dobbiamo legare la nostra missione storica con le esigenze e le caratteristiche del mondo attuale” ha detto il Gran Maestro, auspicando di poter coinvolgere sempre più giovani nella vita dell’Ordine.

Giornata Mondiale contro il cancro infantile

Belgrado, 15 febbraio

L’Ambasciata del Sovrano Ordine di Malta presso la Repubblica di Serbia, ha voluto – con la preziosa collaborazione di Chicco, Azienda italiana leader nel settore giocattoli – manifestare la sua affettuosa presenza accanto ai bambini malati di cancro. In occasione del 15 febbraio, Giornata Mondiale contro il cancro infantile, l’Ambasciata del Sovrano Militare Ordine di Malta a Belgrado, ha voluto essere al fianco di Nurdor (www.nurdor.org) per confermare la solidarietà spirituale e concreta a questa benemerita Associazione di volontari e anzitutto di vicinanza ai bambini, ai loro genitori e familiari nei momenti così difficili delle cure.


Un aiuto all'orfanotrofio di Sremcica

Sremcica, 7 febbraio 2014

L’orfanotrofio di Sremcica, che ospita prevalentemente bambini al disotto dei 18 anni di eta’, e’ stato visitato dall’Ambasciatore Alberto di Luca, per prendere atto della qualita’ dell’assistenza che viene offerta ai suoi ospiti.

Spesso i bambini hanno problemi di disabilita’ psichica e quindi per loro ogni possibile attivita’ “lavorativa” e’ occasione di soddisfazione e miglioramento della qualita’ della loro vita. E’ per questo che il Consigliere Valter Catoni ha voluto far arrivare a questo Centro una rilevante quantita’ di cancelleria. Questo materiale e’ alla base dei numerosi lavori di piccolo artigianato praticato dai ragazzi ospiti dell’Istituto.

Sempre grazie al Consigliere Catoni sono stati consegnati oggi, alla Direttrice Milka Milovanovic Minic, dei Computer portatili che verranno utilizzati per le attivita’ dei ragazzi.

Assemblea dei Parlamentari PAM; una cordiale condivisione di vedute

Marsiglia, 20 – 22 gennaio 2013

In occasione della ottava sessione plenaria dell’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo (PAM), l’Amb. Alberto di Luca – inviato speciale in rappresentanza del Sovrano Ordine di Malt e del suo Gran Maestro, Fra’ Mattew Festing – ha incontrato e si è cordialmente intrattenuto con i cinque parlamentari della delegazione serba. Fra i temi trattati, il più importante è stato quello della migrazione dei popoli che fuggono da Paesi ove i più elementari diritti non sono garantiti.

L’Ambasciata dell'Ordine in Serbia distribuisce i suoi "pasti caldi in un inverno freddo"

A Sabac dal 25 dicembre e ad Aleksinac dall’11 gennaio fino alla fine di febbraio

L’Ambasciata del Sovrano Ordine di Malta a Belgrado ha organizzato per i mesi di dicembre, gennaio e febbraio, una serie di giornate dedicate a “un pasto caldo in un inverno freddo”.

Sabato 11 gennaio 60 persone si sono ritrovate nella cittadina di Aleksinac, presso il locale Centro della Caritas, per ricevere il pranzo offerto dall’Ambasciata dell’Ordine, insieme ad una speciale benedizione dell’Arcivescovo cattolico di Belgrado, S.E. Mons. Stanislav Hocevar, e del Diacono ortodosso Nenad Popovic. Alla giornata inaugurale della iniziativa hanno partecipato l’Ambasciatore dell’Ordine, Alberto di Luca, il Sindaco di Aleksinac, Nenad Stankovic, il Direttore dell’Ospedale locale, Dott. Dragan Stamenkovic, e Bratislava Stojkovic, coordinatore per gli Affari Sociali presso il Centro per il Lavoro Sociale di Aleksinac. Era anche presente il Direttore della Caritas serba, Miloje Veljic, prezioso partner organizzativo per questo importante evento di solidarietà umana.

Il saluto dell’Amb. di Luca e le parole di fede e di incoraggiamento di S.E. Mons. Hocevar  sono state beneauguranti per il Capodanno ortodosso e per la condivisione di un momento di serena fraternità, anche se inserito in una vita duramente segnata da tante difficoltà. L’avvio della iniziativa ad Aleksinac ha fatto seguito a quella già in corso, da dicembre, nella città di Sabac. Il primo pranzo è stato infatti organizzato, per il Santo Natale cattolico, nelle strutture della Parrocchia di Sant’Anna. Il 30 dicembre sono stati due i pranzi offerti a 75 persone: uno presso il reparto di Psichiatria dell’Ospedale, l’altro presso la struttura Day Hospital dedicata alle persone con disturbi mentali. Si è pensato a queste persone particolarmente bisognose perché, oltre ad essere in difficoltà economiche, si trovano spesso prive del calore familiare e in condizioni di grave disagio sociale. Il 3 gennaio il “pasto caldo” è stato offerto dall’Ambasciata dell’Ordine presso il Centro per i rifugiati di Bosnia e Croazia. Sabac si colloca vicino ai confini con la Bosnia e con la Croazia dove, negli anni ’90, più di 8.000 furono i rifugiati, e in questa città venne allora creato uno dei primi centri di accoglienza per i profughi. Attualmente ne sono ancora ospitati circa 80, la maggior parte dei quali anziani e malati che non hanno una casa dove andare. L’iniziativa promossa dall’Ambasciata dell’Ordine proseguirà,  sia a Sabac sia a Aleksinac,  per i mesi di gennaio e febbraio.

Aiuti umanitari per Aleksinac

Gennaio 2013
L’Ambasciatore Alberto di Luca, ha incontrato ad Aleksinac il Sindaco Nenad Stanković, e il Direttore dell’Ospedale locale Dragan Stamenković per definire alcune modalita’ di aiuto per gli abitanti di questa citta’ maggiormente in difficolta’​. In occasione del cordiale e costruttivo incontro, l’Arcivescovo di Belgrado, Mons. Stanislav Hocevar ha benedetto l’ambulanza che nei mesi scorsi era arrivata da Milano grazie alla Help Them Onlus.

Progetto Nurdor: ora la casa promessa, è pronta!

Natale 2013

Per i tanti genitori, di bambini malati di cancro in Serbia, che necessitano di un luogo dove soggiornare mentre i loro figli vengono curati, il Natale ha portato in regalo quella casa che aspettavano. Questa storia a lieto fine comincia a Milano nel febbraio 2012. Su invito dell’Ambasciatore del Sovrano Ordine di Malta a Belgrado, Alberto di Luca, la rivista 24 Hours (gruppo il Sole 24 ore) con il suo direttore Augusto Capitanucci, organizza un’asta per 24 importanti orologi. Vengono raccolti €100.000! L’Ambasciata a Belgrado del Sovrano Ordine di Malta, con l’aiuto della Onlus italiana Help Them, fa arrivare a Belgrado questa importante cifra. In una conferenza stampa tenutasi nel giugno 2012, alla presenza dell’Ambasciatore e del Primo Consigliere presso la Cancelleria dell’Ordine di Malta a Belgrado, del Presidente della Help Them, Fabio Cerchiai, delle autorità della municipalità di Belgrado, e naturalmente dei vertici di Nurdor, viene consegnato un “grande” assegno a testimonianza del trasferimento degli €100.000.
Non poche le difficoltà burocratiche, tecniche e logistiche incontrate. Ma come sempre accade quando l’obiettivo è alto e nobile, si è riusciti, nei giorni scorsi, ad arrivare al rogito.

Ora qualche dettaglio di arredamento e poi l’inaugurazione ufficiale che renderà disponibile dei posti letto a genitori che, diversamente, non potrebbero accompagnare le loro creature a curarsi!
Buon Anno a tutti, e soprattutto a tutti coloro che hanno creduto e supportato questa iniziativa altamente umanitaria.

Firmato a Belgrado l’Accordo di Cooperazione Umanitaria tra il Sovrano Ordine di Malta e la Repubblica di Serbia

Belgrado, 11 dicembre 201

Nello storico contesto di Palazzo Serbia, sede della Presidenza della Repubblica e dei più importanti Ministeri, è stato firmato oggi l’Accordo di Cooperazione in Campo Umanitario tra il Sovrano Ordine di Malta e la Repubblica di Serbia.

Per il Governo serbo ha firmato il Ministro della Sanità, S.E. SlavicaĐukić Dejanović, e per l’Ordine di Malta l’Ambasciatore presso la Repubblica di Serbia, Alberto di Luca.

Nel corso del colloquio particolarmente cordiale tra le due Delegazioni, che ha preceduto la cerimonia della firma, sono stati discussi numerosi temi inerenti alle eccellenti relazioni bilaterali e  al loro ulteriore sviluppo.

L’Ambasciatore di Luca, ha illustrato al Ministro Dejanović le iniziative sociali e sanitarie già realizzate e attualmente in corso, nonché quelle programmate – con il Primo Consigliere d’Ambasciata Carlo Buora che coordina le molteplici iniziative di carattere ospedaliero e sanitario promosse dall’Ambasciata del Sovrano Ordine a Belgrado –  per il nuovo anno 2014 che riguarderanno sia forniture di moderne strumentazioni e apparecchiature medicali sia un progetto di collaborazione nella ricerca per la cura della maculopatia, con particolare attenzione nei confronti dell’infanzia colpita da questa grave e invalidante malattia

Sempre nell’ambito dell’impegno della collaborazione per la cura e per il sollievo delle malattie che colpiscono i bambini, l’Ambasciatore di Luca ha informato il Ministro Dejanović delle donazioni che l’Ambasciata dell’Ordine effettuerà, in occasione del Santo Natale, ai piccoli ricoverati dell’Ospedale di Oncologia Pediatrica di Belgrado.