Inaugurata la nuova Sede dell'Ambasciata

Belgrado, 20 settembre

La nuova sede dell’Ambasciata dell’Ordine di Malta è stata inaugurata e benedetta dal Cardinale Angelo Scola, Arcivescovo di Milano, inviato speciale di Papa Francesco in Serbia per celebrare il 1700° dell’Editto di Costantino. L’Amb. Alberto di Luca ha così accolto il Cardinale, accompagnato dall’Arcvivescovo di Belgrado Mons. Hocevar:

Desidero ringraziare di cuore, a nome dell’Ordine di Malta, dei miei collaboratori, di mia moglie e mio personale Sua Eminenza Reverendissima il signor Cardinale Angelo Scola, Arcivescovo di Milano, e Sua Eccellenza Reverendissima Monsignor Stanislao Hocevar, Arcivescovo di Belgrado, per l’alto onore che ci hanno riservato con la loro presenza oggi tra noi e con la loro preghiera, ispiratrice e beneaugurante, nella nuova sede della Cancelleria diplomatica di questa Ambasciata.
E’ per me un grande privilegio servire come Ambasciatore il nostro Sovrano Ordine che quest’anno ha celebrato i 900 anni dal suo primo riconoscimento decretato, nel 1113, dal Papa Pasquale II. Ricorrenza rievocata anche qui a Belgrado con la Mostra recentemente ospitata presso il Parlamento nazionale.
A questa consapevolezza si uniscono nel mio animo la soddisfazione e la responsabilità di essere accreditato in questo Paese la cui fede, storia, tradizione e cultura sono parti essenziali dell’anima cristiana dell’Europa e ne arricchiscono grandemente l’identità presente e futura.
Vorrei ricordare che l’Ordine, sempre fedele alla sua “Stella Polare”:Tuitio fidei et obsequium pauperum, è presente e all’opera, con le sue molteplici attività umanitarie, sanitarie, sociali ed educative, in 140 Paesi di tutti i Continenti, con 104 dei quali intrattiene piene relazioni diplomatiche.
A lei Eminenza Reverendissima, Pastore della Diocesi di cui sono figlio – pellegrino di pace e di fraternità per celebrare il 1700° anniversario dell’Editto di Milano, opera dell’Imperatore Costantino, figlio di questa terra, che con quell’atto epocale rivoluzionò il cammino dell’umanità – porgo, a nome di Sua Altezza Eminentissima il Gran Maestro Frà Matthew Festing, e di Sua Eccellenza il Gran Cancelliere Jean Pierre Mazery, il devoto omaggio e il deferente ringraziamento del Sovrano Ordine di Malta.
Con questi filiali sentimenti mi permetto, Eminenza, di invocare la sua paterna benedizione su questi locali sede del nostro quotidiano lavoro al servizio dell’amicizia e della collaborazione con la Serbia, sulle nostre famiglie e su noi tutti qui spiritualmente uniti.
Grazie!

Il Cardinale Arcivescovo di Milano ha poi benedetto la nuova sede con queste parole:

In nomine Patris, et Filii, et Spiritus Sancti
Amen.
Pax Vobis
Et cum spiriti tuo
Ad Christum, fráteres carissimi, qui ex Virgine Maria nasci dignátus est et habitávit in nobis, fervens nostra dirgátur orátio ut sub hoc tectum intráre et hanc domum sua praeséntia benedicere dignétur.
Christus Dominus sit hic in medio vestri, caritátem fratérnam in vobis alat, gáudia partícipet, súblevet maeróres. Vos autem, Christi praecéptis et exémplis addúcti, id apprime curáte ut haec domus caritátis sit domicilium ad tuitiónem fidei et obséquium páuperum, unde nonus Christi odor longe latéque diffundátur.
ORATIO
Oremus
Adésto, Dómine, fámulis tuid qui domum hanc hódie auspicántes, benedictiónem tuam súpplices exórant, ut in ea commmrántes te cómite laeténtur, ab ea exeúntes te cómite laeténtur, ad eam redeúntes te hóspite perfruántur donec mansiónem sibi parátam in domo Patris tui feliciter invéniant. Qui vivis et regnas in saecula saeculórum.
Amen.
BENEDICTIO
Pax Christi regnet in córdibus nostris verbum Christi hábitet in nobis abundánter, ut quodcúmque fácimus in verbo aut in ópere, ómnia in nómine Dómini faciámus. Et benedictio Dei omnipoténtis Patris et Filii et Spiritus Sancti, descéndat super vos et máneat semper.
Amen.

Le Celebrazioni in Serbia per il 1700° anniversario dell'Editto di Milano

Settembre 2013

Alla Santa Messa, concelebrata da S.Em.za il Cardinale Angelo Scola e dall’Arcivescovo di Belgrado, S.E. Mons. Stanislav Hocevar, era presente il Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic e numerose autorità istituzionali e religiose del Paese..  In primo piano, nella fotografia, una Reliquia della Santa Croce portata in dono da Modena a Nis.

Il Santo Padre Francesco, in occasione delle solenni celebrazioni in Serbia del 1700° anniversario dell’Editto di Milano- promulgato dall’Imperatore Costantino nato a Nis, oggi Serbia – ha inviato quale Suo inviato speciale S.Em.za il Cardinale Angelo Scola, Arcivescovo di Milano. Nella sua omelia, durante il rito religioso celebrato a Nis, il Cardinale Scola ha tra l’altro detto che “l’annuncio della pace è la buona notizia che aspettiamo. La pace è la possibilità di unità tra gli uomini. La pace che Gesù ci dona è perdono dei peccati, riconciliazione con Dio e tra gli uomini”. Ed ha sottolineato come “il 17° centenario dell’Editto di Milano dica a tutti noi che la libertà religiosa è garanzia di pace e di nuova civiltà“.

Un aiuto per i giovani studenti

Belgrado, agosto 2013

L’Ambasciata del Sovrano Ordine di Malta a Belgrado, ha fatto arrivare a S.E. Mons. Stanislav Hocevar tre pallet di materiale di cancelleria da consegnare ai giovani studenti serbi per l’inizio dell’anno scolastico.

Comuni visioni sugli aiuti a chi ha bisogno

Belgrado, luglio

In un clima di grande cordialità, l’Ambasciatore Alberto di Luca è stato ricevuto a Palazzo Reale dalla Principessa Katarina Karadjordjevic. Nel corso dell’incontro, sono stati condivisi alcuni progetti di collaborazione per aiutare in Serbia coloro che più hanno bisogno e soffrono.

Iniziati i lavori di ristrutturazione della nuova Ambasciata.

Belgrado, Luglio 2013
Sono iniziati i lavori di ristrutturazione della palazzina che ospiterà la nuova Sede dell’Ambasciata del Sovrano Ordine di Malta a Belgrado. L’indirizzo sarà quello della prestigiosa Via Krunska, nel centro di Belgrado, proprio pochi metri dalla Chiese di Cristo Re e dalla Sede dell’Arcivescovado. L’inaugurazione è prevista per la fine settembre.

 

 

1113/2013: inaugurata nella sede del Parlamento serbo la Mostra fotografica sui 900 anni della Bolla Papale che sancì la sovranità dell’Ordine.

Belgrado, 21 giugno

In occasione della Festa Nazionale di San Giovanni Battista è stata aperta a Belgrado, nella sede dell’Assemblea Nazionale, la Mostra fotografica “900 anni al servizio dei poveri e dei malati”.

All’evento, organizzato congiuntamente dall’Ambasciatore dell’Ordine presso la Serbia, Alberto di Luca, e dal Presidente del Parlamento serbo, On. Nebojsa Stefanovic, hanno preso parte 350 ospiti tra i quali molti deputati con il Presidente del Gruppo parlamentare di Amicizia Serbia-Ordine di Malta, On. Vladimir Marinkovic; il Consigliere del Presidente della Repubblica, Prof. Oliver Antic; il Direttore della Direzione “Paesi Vicini” del Ministero degli Esteri, Amb. Milisav Pajic e il suo predecessore, Amb. Danilo Vucetic; diversi esponenti dello stesso Ministero degli Esteri e di altri Ministeri; numerosi membri del Corpo Diplomatico accreditati a Belgrado e tra questi gli Ambasciatori d’Italia, Francia, Brasile, Argentina, Canada, Messico, Libano, Slovenia, Marocco e Angola; i Consigliere della Santa Sede e dell’Ambasciata del Congo; l’Amb. Vladeta Jankovic, già Ambasciatore di Serbia presso il Sovrano Ordine e presso la Santa Sede; il Presidente della Camera di Commercio Italo-Serba e Amministratore Delegato di Delta Generali Assicurazioni, Dott. Andrea Simoncelli; rappresentanti del mondo accademico, culturale, artistico e dello sport, della stampa e delle organizzazioni impegnate nelle attività umanitarie, sociali e ospedaliere.

La nostra festa di San Giovanni in Parlamento

Quest’anno l’Ambasciata del Sovrano Ordine di Malta a Belgrado, organizza la sua Festa Nazionale all’interno del Parlamento serbo. Sarà questa l’occasione per inaugurare anche la Mostra Fotografica “Sovrano Ordine di Malta – 900 anni al servizio dei poveri e dei malati“.

Funerali di Stato per l'ultimo Re di Yugoslavia

Belgrado e Oplenac, 25 e 26 maggio

Con una solenne cerimonia religiosa, nel Pantheon Reale di Oplenac in Serbia, presieduta dal Patriarca della Chiesa Ortodossa Serba, S.S. Irenej, e concelebrata da tutti i Metropoliti, presenti anche le più alte gerarchie cattoliche e musulmane, si sono svolti il 26 maggio i funerali di Stato dell’ultimo Re di Yugoslavia, Pietro II, della consorte Regina Alessandra, della Regina Madre Maria e del fratello Principe Andrea, le cui salme riposavano in esilio.

L’evento, trasmesso in diretta dalle TV nazionali e accompagnato dal suono di tutte le campane delle chiese del Paese, si è svolto alla presenza del capo della Casa Reale Serba Principe Alessandro II e della Sua famiglia; del Presidente della Serbia Tomislav Nikolić, del Primo Ministro Ivica Dacic, del Presidente dell’Assemblea delle Nazioni Unite Vuk Jeremic, di altri membri del Governo e autorità istituzionali.

Il Patriarca Irenej, il Principe Alessandro, il Presidente e il Primo Ministro hanno pronunciato, all’esterno del Tempio davanti a molte migliaia di serbi giunti da ogni parte del Paese, i discorsi commemorativi del Sovrano defunto e della dinastia Karađorđević, artefice della Serbia moderna, la cui memoria è sempre viva e amata in tutta la nazione.

All’evento hanno preso parte il Re Simeone II e la Regina Margarita di Bulgaria, il Re Costantino II e la Regina Anna Maria di Grecia; la Principessa ereditaria di Romania Margarita con il consorte Principe Radu; esponenti di Case Reali europee, medio-orientali e africane e tutto il Corpo Diplomatico accreditato a Belgrado.

Il Gran Maestro del Sovrano Ordine di Malta, Frà Matthew Festing, aveva designato suo rappresentante l’Ambasciatore dell’Ordine in Bulgaria, Camillo Zuccoli, accompagnato dall’Ambasciatore dell’Ordine in Serbia, Alberto di Luca.

Avvicendamenti nella struttura diplomatica dell'Ambasciata a Belgrado

Maggio 2013

Nell’ambito dei consueti avvicendamenti delle funzioni nella rete diplomatica, si segnala – come deliberato dal Sovrano Consiglio dell’Ordine di Malta nella seduta del 1 e 2 maggio 2013 – la conclusione dell’incarico del Sig. Ferdinando Bozzo quale Primo Consigliere dell’Ambasciata del Sovrano Militare Ordine di Malta presso la Repubblica di Serbia. Si ringrazia per il generoso sostegno offerto dal Sig. Bozzo, nel periodo del suo incarico, alle attività dell’Ambasciata.

Il Sovrano Consiglio ha nominato il Dott. Carlo Buora Primo Consigliere di questa Missione diplomatica.  Il Dott. Buora è un esperto manager che ha ricoperto, in passato, posizioni di vertice in aziende come Pirelli e Telecom.  Attualmente egli è Presidente dello  IEO  e del “suo” Ospedale cardiologico, il  “Monzino” di Milano.   Al Primo Consigliere Buora vadano i migliori voti augurali per il suo incarico che, già dai primi giorni, sta portando avanti nel solco dei valori e delle finalità del Sovrano Ordine di Malta.