Ultimi preparativi per le consegne dei "Make a WISH"

Belgrado, 12 ottobre
Grandi lavori in Ambasciata a Belgrado per preparare le due cerimonie di consegna dei “Make a WISH to the Sovereign Order of Malta”. Un migliaio di bambini riuniti tra Lijg e Sid, riceveranno domani i loro WISHES. Computer, carrozzine a rotelle, banchi di scuola, attrezzature musicali ed altro. Non ultimo il minibus, nella foto. Le cerimonie saranno seguite dai nostri MediaPartner “Politika” e “Pink TV”.

Il Santo Padre ha ricevuto il Presidente serbo Tomislav Nikolic

Lo scorso 11 settembre, in Vaticano, il Santo Padre ha ricevuto in udienza privata il Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic. Durante il cordiale colloquio sono stati toccati i temi relativi alle buone relazioni fra Santa Sede e Serbia, i progressi della Serbia verso la piena integrazione nella Unione Europea e le difficili condizioni dei rifugiati da Siria ed Irak che, in questi giorni, stanno attraversando la Serbia.
Nessuna notizia è trapelata in merito ad una possibile visita del Papa in Serbia, visita che il Presidente Nikolic e il suo Governo desiderano vivamente e per la quale si è molto speso il Nunzio Apostolico a Belgrado, S.E. Rev.ma Mons. Orlando Antonini, durante la sua missione in Serbia che, prossimamente, si avvia alla conclusione.
A S.E. Mons. Antonini l’Amb. Alberto di Luca, e tutti i collaboratori dell”Ambasciata dell’Ordine a Belgrado, rivolgono un grato e commosso ringraziamento per la sua esemplare e feconda opera, diplomatica e pastorale, sempre rivolta alla fraternità ecumenica tra cattolici e ortodossi e al bene comune, spirituale e civile, della società serba.

Emergenza umanitaria per i profughi tra Serbia e Ungheria

Coloro che fuggono dalle tragedie delle guerre, delle persecuzioni e della fame – costretti, per sopravvivere, ad abbandonare le loro terre e a chiedere asilo politico in un altro paese – sono sempre e indiscutibilmente una questione umanitaria.
È per questo che il Sovrano Ordine di Malta, come testimonia la sua millenaria storia  – senza mai considerare le diversità di origini, di fede religiosa e di orientamento politico –  è ovunque presente laddove piu acuta è la necessità di aiutare, di soccorrere, di curare.
La ”chiusura” delle frontiere tra Serbia e Ungheria ha provocato ulteriori gravi problemi e grandi difficoltà ai profughi provenienti dalla Siria e dalle zone limitrofe da anni devastate da feroci combattimenti.
A seguito di questi tristi sviluppi, il flusso migratorio verso l’Unione Europea cercherà di seguire nuove rotte e, per quelli che già si trovano in Serbia, il tentativo sarà di entrare via Croazia.
Nonostante ciò molti profughi sono ancora al confine tra Serbia e Ungheria.
L’Ordine di Malta, fin dall’inizio di questa dolorosissima situazione, è attivo in tutte le zone coinvolte e, grazie al generoso impegno dell’Associazione ungherese e alla instancabile guida dell’Ambasciatore a Budapest, l’Arciduca Michael von Habsburg Lothringen, ha inviato, insieme ai volontari del soccorso, degli automezzi per un primo aiuto alle persone più in difficoltà.

Prosegue la collaborazione fra Monzino (Milano) e l’ospedale KBC Zvezdara (Belgrado)

Belgrado, 10 settembre 2015

Prosegue la collaborazione fra l’unico ospedale totalmente cardiologico in Europa, il Monzino di Milano, e il Centro Medico Universitario Zvezdara di Belgrado.
Una significativa donazione, comprendente letti attrezzati e strumentazioni mediche specialistiche, è stata infatti offerta, tramite l’Ambasciata del Sovrano Ordine di Malta a Belgrado, dal Monzino al Zvezdara.
La consegna ufficiale è avvenuta, giovedì 10 settembre, al nuovo Direttore del Zvezdara, Prof. Dott. Petar Svorcan, da parte dell’Ambasciatore Alberto di Luca e del Dott. Carlo Buora, Primo Consigliere dell’Ambasciata e Presidente del Monzino.

I responsabili medici e amministrativi della struttura ospedaliera serba hanno espresso il più vivo ringraziamento all’Amb. di Luca e al Dott. Buora per il generoso sostegno, auspicando che la proficua cooperazione, medica e umanitaria,  con l’Ambasciata dell’Ordine possa ulteriormente svilupparsi.

Make a Wish to the Sovereign Order of Malta

Belgrado, 9 settembre 2015

Martedì 13 ottobre si terrà la cerimonia di consegna degli WISHES a conclusione del progetto benefico avviato nel 2014 dalla Ambasciata del Sovrano Ordine di Malta presso la Serbia
Per ragioni logistiche, legate alla distanza fra le varie Città colpite dalle alluvioni del maggio 2014, si è scelto di dividere la cerimonia fra Sid e Ljig.
Delle circa 3.500 lettere scritte dai bambini delle elementari, ed inviate alla nostra Ambasciata a Belgrado, circa 1.500 sono state selezionate e hanno trovato la necessaria copertura finanziaria.
I due pilastri di questa generosità, che hanno permesso di predisporre la “consegna” di circa 1.500 WISHES, sono stati il successo del charity-dinner svoltosi, lo scorso 19 giugno, al Twiga di Montecarlo (si veda notizia in altra pagina del nostro sito) e il prezioso intervento degli amici del Ministero degli Affari Esteri di Taipei che, tramite l’Ufficio di Rappresentanza taiwanese in Ungheria, due giorni orsono hanno confermato all’Ambasciata la donazione di 65 biciclette, 2 sedie a rotelle e 300 fra sedie e scrivanie per i giovanissimi studenti serbi.
Rinnoviamo il nostro fervido ringraziamento agli instancabili organizzatori dell’evento nel Principato di Monaco – S.A.R. il Principe Michele di Jugoslavia, Flavio Briatore e Luca Marzocco – e ai loro sensibili ospiti, nonchè al Governo di Taipei che, ancora una volta, si è dimostrato disponibile alla solidarietà e alla collaborazione con le attività umanitarie del Sovrano Ordine di Malta.

Parlamento Serbo: incontro con Gruppo di amicizia Serbia-Ordine di Malta

Belgrado, 23 luglio

Con l’ormai consueto e caloroso clima di collaborazione, il Vice Presidente del Parlamento Serbo e Presidente del Gruppo di amicizia Serbia-Ordine di Malta, On. Vladimir Marinkovic ha accolto in Parlamento l’Ambasciatore del Sovrano Ordine a Belgrado Alberto di Luca. Nel corso dell’incontro, al quale hanno partecipato diversi Parlamentari, fra i quali la Capo Delegazione serba PAM (Assemblea parlamentare del Mediterraneo), On. Nevena Stojanovic, On. Sasa Maksimovic, On. Vesna Rakonjac, On. Velinka Tosic, On. Branko Djurovic e On. Nebojsa Tatomir, è  stato manifestato l’unanime consenso ed il ringraziamento dei Parlamentari serbi per l’importante serata di raccolta fondi tenutasi a Montecarlo lo scorso 19 giugno a favore del progetto „Make a Wish“ rivolto ai bambini e alle bambine residenti nel territorio delle zone alluvionate nello scorso maggio 2014.
Si è anche discusso di altre iniziative umanitarie e dei progetti per il 2016. La riunione è terminata con l’invito dell’Ambasciatore Alberto di Luca alla cerimonia di „consegna“ degli WISHES che si terrà il 13 ottobre.

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali ha incontrato l’Ambasciatore dell’Ordine di Malta

Belgrado, 22 luglio

A sinistra l’Ambasciatore Alberto di Luca, in centro il Ministro Aleksandar Vulin e a destra il Presidente del gruppo di amicizia parlamentare Serbia-Ordine di Malta, Vladimir Marinkovic.

Il Ministro del lavoro, dell’occupazione e delle politiche sociali, S.E. Aleksandar Vulin, ha incontrato oggi presso Palazzo Serbia (Palata Srbije), l’Ambasciatore del Sovrano Ordine di Malta, Alberto di Luca.
Durante la riunione si è discusso dell’assistenza umanitaria che l’Ordine di Malta ha fornito alla Repubblica di Serbia, della cooperazione futura e delle azioni umanitarie per aiutare i cittadini serbi più bisognosi, e in particolare i bambini.
L’Ambasciatore di Luca ha parlato del successo del progetto “Make a Wish”, destinato alle ragazze e ai ragazzi  colpiti dalle inondazioni del maggio 2014. Il Ministro Aleksandar Vulin, nel complimentarsi, ha detto che qualsiasi aiuto è gradito, visto che la cura dei bambini è un aspetto importante per il Suo Ministero, ed è stato convenuto che il progetto “Make a Wish” dovra’ essere un esempio per futuri programmi di sostegno per i bambini socialmente svantaggiati.

 

REPUBBLICA DI CINA (TAIWAN) SUPPORTA UN PROGETTO DI ORDRE DE MALTE FRANCE

 

Il progetto partito grazie ad una generosa donazione della Repubblica di Cina (Taiwan)
Migliorare la prevenzione e sviluppare le terapie di riabilitazione per i pazienti affetti da Lebbra in Vietnam. E’ questo l’ambizioso progetto di Ordre de Malte France, presente nel Vietnam da oltre 40 anni con programmi mirati proprio alla cura e alla prevenzione della lebbra. Grazie ad una generosa donazione ricevuta della Repubblica di Cina (Taiwan), il progetto potrà ora decollare in tutte le sue fasi.
Nato grazie ad un accordo con l’Ordine di Malta del 1991, il reparto dell’ospedale di Ho Chi Minh, città popolosa del sud del Vietnam, è stato ristrutturato per diventare un padiglione autonomo disposto su tre piani per una superficie complessiva di 1.600 metri quadrati al cui interno sono presenti sale per la riabilitazione e per la fisioterapia.
Il progetto coinvolgerà oltre un migliaio di pazienti. Si tratta di un numero cospicuo considerando che in Vietnam ogni anno vengono diagnosticati circa 300 nuovi casi di lebbra. Dopo le Filippine e la Cina, si tratta del paese dell’aera sud est asiatica con un maggior numero di casi registrati, sebbene in netta caduta rispetto a 30 anni fa quando i casi riconosciuti erano oltre 5 milioni.
Il Gran Maestro del Sovrano Ordine di Malta Fra’ Matthew Festing, ricevendo l’Ambasciatore Larry Wang, ha voluto sottolineare il suo apprezzamento per l’iniziativa: “La Repubblica di Cina (Taiwan), è tra i paesi più avanzati economicamente e tecnologicamente. Tuttavia è molto attenta ai bisogni delle persone e delle comunità svantaggiate attraverso numerose iniziative di assistenza in ambito sociale”.

La nostra Festa Nazionale, alla presenza del Presidente del Parlamento, tra la sublime musica della Tosca di Puccini e la generosa solidarietà dal Principato di Monaco

Belgrado, 24 giugno

Quest’anno la Festa Nazionale di San Giovanni Battista, organizzata come tradizione dall’Ambasciata del Sovrano Ordine di Malta a Belgrado, è stata onorata dalla partecipazione del Presidente del Parlamento, Maja Gojković.

Nella suggestiva cornice del Teatro Nazionale, alla presenza di 550 persone e delle maggiori autorità istituzionali, religiose, diplomatiche e culturali, l’Ambasciatore Alberto di Luca ha rivolto il suo saluto, a nome del Gran Maestro del Sovrano Ordine Frà Matthew Festing, sottolineando gli eccellenti rapporti tra l’Ordine di Malta e la Serbia e il continuo, proficuo sviluppo della cooperazione bilaterale.
L’Amb. di Luca si è anche soffermato sull’importante progetto “Make a WISH”, dedicato alle bambine e ai bambini colpiti dalle inondazioni del maggio 2014, evidenziando il valore della collaborazione con altri Paesi, in particolare con il Principato di Monaco dove, lo scorso 19 giugno, si è tenuto un Charity-dinner che ha permesso di raggiungere la cifra di €100.000 quale disponibilità per la realizzazione degli WISHES che i bambini hanno espresso nelle loro lettere scritte all’Ambasciata dell’Ordine a Belgrado.

Il baritono Carlo Guelfi e la soprano Micaela Carosi hanno poi incantato il folto pubblico – che al termine li ha applauditi per diversi minuti – con la loro interpretazione magistrale della “Tosca” di Giacomo Puccini, sotto la direzione del Maestro Dejan Savic.
Un grande successo per questa splendida opera che, fuori cartellone, è stata proposta, agli amanti della musica lirica in Serbia, dall’Ambasciata del Sovrano Ordine di Malta in occasione della Festa Nazionale.

Al termine dell’opera gli invitati, nel foyer, hanno brindato alla amicizia tra la Serbia e l’Ordine di Malta e al successo delle numerose iniziative che l’Ambasciata a Belgrado ha organizzato nel corso dell’ultimo anno: dalla fornitura di ingenti quantitativi di cibo e vestiario alle importanti attrezzature medicali donate all’Ospedale KBC Zvezdara;  dalla riedizione del “A hot meal in a cold winter” al progetto “Make a WISH to the Sovereign Order of Malta” che tanto interesse e favore sta suscitando nel Paese.
Accanto al Presidente del Parlamento Maja Gojković erano altresì presenti numerosi Parlamentari tra i quali il Presidente del Gruppo di amicizia Serbia–Ordine di Malta, e Vice Presidente del Parlamento, On. Vladimir Marinkovic.

Insieme al Nunzio Apostolico di Sua Santità, S.E. Rev.ma Mons. Orlando Antonini, erano presenti numerosi Ambasciatori e Diplomatici accreditati a Belgrado: S.E. l’Ambasciatore di Albania, Ilir BOÇKA; S.E. l’Ambasciatore d’Australia, Julia Alice Patricia FEENEY; S.E. l’Ambasciatore di Belorussia, Vladimir CHUSHEV; S.E. l’Ambasciatore del Brasile, Sergio Luis CANAES; S.E. l’Ambasciatore di Bosnia Erzegovina,  Ranko ŠKRBIĆ; S.E. l’Ambasciatore di Bulgaria, Angel Simeonov DIMITROV; S.E. l’Ambasciatore del Canada, Philip Herbert PINNINGTON; S.E. l’Ambasciatore di Egitto, Menha MAHROUS BAKHOUM; S.E. l’Ambasciatore del Montenegro, Branislav MIĆUNOVIĆ; S.E. l’Ambasciatore del Marocco, Abdellah ZEGOUR; S.E. l’Ambasciatore di Romania, Daniel BANU; S.E. l’Ambasciatore della Federazione Russa, Alexander CHEPURIN; S.E. l’Ambasciatore di Slovacchia, Ján VARŠO; il Vice capo missione dell’Ambasciata di Germania, Michael HASENAU, e la Charge d’Affaires dell’Ambasciata di Ucraina, Yevheniia FILIPENKO.

Dal Principato di Monaco un grande aiuto per il “Make a WISH”

Montecarlo, 19 giugno

In una atmosfera di amicizia e di solidarietà,  resa ancora più gradevole dalla suggestiva terrazza sul mare e dalle amabili melodie di celebri artisti,  si è svolta al ristorante Twiga  di Monte Carlo la serata a sostegno del progetto “Make a WISH”  promosso dell’Ambasciata del Sovrano Ordine di Malta a Belgrado a favore delle bambine e dei bambini serbi colpiti dalla gravi inondazioni del 2014.
All’evento benefico  – organizzato da SAR il Principe Michele di Yugoslavia e dagli imprenditori Flavio Briatore (Gruppo Billionaire) e Luca Marzocco (Satri Group e Groupe Marzocco), con le rispettive consorti Elisabetta e Sarah –  hanno partecipato 148 personalità serbe, monegasche, italiane e francesi.
Il Principe Alberto II di Monaco e il Gran Cancelliere del Sovrano Ordine, Albrecht von Boeselager, hanno inviato messaggi di apprezzamento e di augurio per il successo della iniziativa.
L’Ambasciatore dell’Ordine di Malta presso la Serbia, Alberto di Luca, e la consorte Emanuela, insieme ai promotori, hanno accolto gli illustri ospiti: il Capo della Casa Reale Serba, SAR il Principe Alessandro II e la Principessa Caterina, giunti appositamente da Belgrado; S.E. Rev.ma Mons. Stanislao Hocevar, Arcivescovo cattolico di Belgrado e Presidente della Conferenza Episcopale serba, anch’egli arrivato da Belgrado; l’Ambasciatore dell’Ordine presso la Repubblica Di Malta, Umberto Di Capua con la consorte Marinella; il Cavaliere di Grazie e Devozione dell’Ordine – e già Presidente per 17 anni del COM.IT.ES a Monaco – Conte Niccolò di Chiusano;  Marco Casiraghi, CEO di ENGECO, con la consorte Cecilia; Stelios Haji-Joannou, Presidente e Azionista maggioritario di Easyjet Airways; assenti ma importanti supporter, a sostegno della benemerita finalità della serata, Gerard Cohen, Amministratore di HSBC Monaco, Sir Philippe Green, Chairman di Arcadia Group e Alberto Hazan, Presidente di Radio Monte Carlo che ha , fra l’altro, aperto una raccolta di fondi a favore del progetto dalle pagine del sito www.radiomontecarlo.net.

Ascolta l’intervista all’Ambasciatore

Gli ospiti hanno ascoltato dal Principe Michele le modalità della iniziativa: la Commissione di esame, di cui è Patron SAR il Principe Alessandro II,  procederà alla scelta di quali dei 1793 WISHES giunti all’Ambasciata saranno consegnati in occasione della cerimonia che si terrà in Serbia, il prossimo 13 ottobre, festa di San Gerardo, fondatore nel 1048 del Sovrano Ordine di Malta.
Riportiamo di seguito, integralmente, il discorso del Principe Michele al quale sono seguiti gli interventi di saluto e di ringraziamento del Principe Alessandro II, di S.E l’Arcivescovo di Belgrado Mons. Stanislao Hocevar e dell’Amb. di Luca.
Arrivederci all’anno prossimo!

 

Altezze Reali, cari cugini,
Eccellenza Rev.ma Monsignor Hocevar, Arcivescovo di Belgrado,
Ambasciatore di Luca,
Ambasciatore Di Capua,
Eccellenze,
Signore e Signori,
a nome dei Signori Briatore e dei Signori Marzocco, rivolgo a tutti il più vivo ringraziamento e il più caloroso benvenuto per la partecipazione a questo primo evento di sostegno al progetto “Make a WISH” promosso dall’Ambasciata del Sovrano Ordine di Malta a Belgrado a favore dei bambini delle scuole elementari della Serbia, residenti nelle zone devastate dalle alluvioni del 2014.
I WISH di questi bambini e bambine ci hanno portato i loro sogni, le loro necessità, le loro aspirazioni.
Ogni loro WISH che, insieme, potremo accogliere corrisponderà alla ragioni stesse dell’impegno millenario dell’Ordine di Malta oggi presente in 120 Paesi: aiutare coloro che soffrono, tendere una mano fraterna per alleviare necessità materiali e morali.
Dall’avvio della benemerita iniziativa sono giunte all’Ambasciata oltre 3.500 lettere, di cui 1793 con le caratteristiche giudicate valide per essere oggetto della nostra sensibilità di questa serata e dell’attenzione che abbiamo ricevuto da donatori e da sponsor di Serbia, Principato di Monaco, Italia, Francia e Taiwan.
La Commissione di esame dei WISH – è qui altamente rappresentata dal “Patron” del progetto, mio cugino il Principe Alessandro II.
Grazie alla generosità di tutti voi presenti, la commissione potrà scegliere quali WISH saranno esauditi.
La Cerimonia ufficiale di consegna dei doni avverrà il 13 ottobre 2015, festa liturgica del Beato Gerardo, fondatore e patrono del Sovrano Ordine di Malta.
Per darvi maggiore consapevolezza sui contenuti della iniziativa, vorrei citare alcuni esempi di WISH:
un bambino, con i genitori anziani e la sorella tetraplegica, ha chiesto una piattaforma per poterle fare il bagno, visto che l’età dei genitori rende sempre più difficile le operazione manuali;
altri bambini vorrebbero poter mettere a disposizione della propria scuola un pulmino per sopperire al crollo di alcune infrastrutture;
altri ancora degli strumenti musicali per avvicinarsi alla musica dal vivo;
parecchie decine di bimbi vorrebbero riavere, o avere per la prima volta, un PC;
una bambina, col fratellino paralizzato, ha chiesto una sedia a rotelle elettrica per poter affrontare le salite e le discese impervie intorno alla loro casa;
e ci sono anche WISHES meno impegnativi ma altrettanto belli: poter essere accompagnati per una giornata a Belgrado e poter conoscere personalmente il loro mito Novak Djokovic!
Desidero rivolgere un particolare ringraziamento a S.E. il Gran Cancelliere del Sovrano Ordine di Malta, il Barone Albrecth von Boeselager – impossibilitato, per i suoi impegni istituzionali, ad essere con noi questa sera – per il messaggio che ha inviato all’Ambasciatore di Luca di apprezzamento e di augurio per il successo del nostro evento.
Grazie di cuore a S.A.S. il Principe Alberto II per l’affettuosa lettera che mi ha scritto assicurando la sua vicinanza e i suoi migliori auspici.
Insieme ai miei amici Flavio ed Elisabetta Briatore e Luca e Sara Marzocco, ci è sembrato importante e utile, fare qualcosa di concreto per andare incontro ai desideri di tante bimbe e bimbi serbi colpiti da un dramma della natura che li ha limitati, e li limita tuttora, nella loro qualità della vita, nella serenità e spensieratezza di cui hanno diritto.
Siamo qua in 148 e, con noi, vi sono spiritualmente altri amici che, pur assenti fisicamente, hanno fatto giungere il loro pensiero e il loro sostegno.
Sono convinto che il successo di questa serata – per la cui perfetta organizzazione mi complimento con il Primo Segretario dell’Ambasciata dell’Ordine a Belgrado, Giorgio Giuliano, e con Vanina Mandelli – anche se non riuscirà a soddisfare tutti i WISHES darà un grande contributo ad accontentare molti desideri espressi nelle lettere ricevute.
Dobbiamo esserne felici!
Vorrei esprimere i miei complimenti e ringraziamenti ai musicisti e artisti che hanno creato una bellissima atmosfera questa sera su questa bella e suggestiva terrazza sul mare.
Tutti sanno quante analoghe benemerite iniziative di solidarietà, ogni anno, si svolgono nel Principato: devo dire che io mi sento particolarmente onorato e lieto di essere tra i promotori di questo primo evento, senza precedenti a Monaco, nel segno dell’Ordine di Malta.
Altezze, Eccellenze, Signore e Signori,
vi ringrazio ancora per la vostra solidale generosità e mi permetto di esortare tutti a continuare a stare vicini al nostro progetto e, ciascuno, a rendersi promotore del coinvolgimento di altri Amici affinchè la nostra catena di fraternità si allarghi e possa così portare tanti sorrisi e tanta gioia alle bambine e ai bambini della amata Serbia.
Levo il calice alle fortune della Serbia, del Principato di Monaco e del Sovrano Ordine di Malta!
Tante grazie!

Eccellenze,
Signore e signori,
Cari amici,
Mia moglie ed io siamo molto felici di essere qui con voi stasera, per il “Make a Wish to the Order of Malta” evento di beneficenza rivolto ai bambini residenti nelle zone alluvionate della Serbia.
Il mio paese sta ancora lottando per rimuovere tutte le conseguenze dell’enorme catastrofe naturale dello scorso anno.
Mia moglie ed io siamo molto commossi dal Sovrano Ordine di Malta per questa bellissima iniziativa che portera’ gioia ai bambini serbi delle zone alluvionate.
Realizzando i loro desideri, rendete le vite di questi bambini più felici e rafforzate la loro fede nella solidarietà.
Mi scalda il cuore di vedere che questo progetto ha attirato cosi tanta attenzione e sono molto orgoglioso di essere un membro della sua commissione.
Desidero esprimere la mia più profonda gratitudine a tutti gli organizzatori del progetto ” Make a Wish to the Order of Malta”, a tutte le persone di buona volontà che si sono riuniti qui per aiutare i bambini della Serbia, ed in particolare a SE l’Amb di Luca per il suo profondo impegno costantemente dimostrato verso coloro che soffrono in Serbia.
Aspetto con impazienza la cerimonia finale del progetto, che si terrà a Belgrado il prossimo ottobre.