Notizie

Arrivederci Serbia!

29/11/2023

Nella splendida cornice dell’Hotel Palazzo Parigi, si è tenuto il Charity Dinner organizzato dall’Ambasciata del Sovrano Militare Ordine di Malta presso la Repubblica di Serbia.

 

L’occasione è stata quella per supportare una serie di progetti nell’ ambito dell’iniziativa “Make a WISH-Water for life”, con uno sguardo aperto anche ad altre realtà oltre la Serbia. 

Tra gli obbiettivi principali quelli di finanziare la realizzazione di un impianto utile a garantire il funzionamento della rete idrica presso l’Istituto Santa Petra di Izvor,  che ospita un centinaio di ragazze con problemi psico-fisici e gestito da Suore Ortodosse. Nella Repubblica Araba d’ Egitto, su indicazione dell’Amb. Mario Carotenuto, è stata individuata la necessità della realizzazione di un pozzo per un lebbrosario situato nelle vicinanze del Cairo, indispensabile a soddisfare le necessità idriche di quella comunità, sostenuta dall’Ordine. 

Alla serata hanno partecipato oltre 300 persone fra le quali S. E. l’Amb. in Sofia Ursula Zuccoli, il nuovo Ambasciatore-designato per Belgrado Francesco Maria Amoruso ed ospiti provenienti principalmente da Milano, dal Principato di Monaco e  da Brescia. Durante la serata è stato proiettato un filmato di quanto realizzato nel progetto lanciato nel Charity Dinner del 2022: un campo sportivo polifunzionale inaugurato dal Ministro dei diritti umani, del dialogo sociale e delle minoranze S.E. Tomislav Žigmanov. Un orgoglio condiviso con i tanti donatori presenti anche quest’anno. La generosa presenza è stata testimoniata dal brillante risultato ottenuto con l’asta che ha visto battere lotti come una FIAT 500, offerta dalla Mocauto di Milano, lingottini  d’oro della Mario Villa Metalli preziosi, un orologio da parete personalizzato con logo “Make a WISH to a Order of Malta”, Jeroboam fuori serie di Moet & Chandon, alcune pendoulette di Audemars  Piguet, soggiorni di vacanze in Sardegna con barca a disposizione offerti da Given For Yachting e soggiorni con trattamento e percorsi di benessere e bellezza a Villa Eden di Merano. E poi borse di Ralph Lauren, le innovative gelatiere di TooA e tanti altri lotti. 

Nel corso del suo intervento, l’Amb. Alberto di Luca ha comunicato che dopo 12 anni lascerà la cancelleria in Serbia per assumere l’incarico nel Principato di Monaco. La qualità della vita, col benessere sociale e sanitario del Principato, garantiranno, ha sottolineato l’Amb. di Luca, una particolare attenzione per le attività umanitarie dell’Ordine, anche al di fuori di Monaco: “come potrò dimenticarmi della Serbia e dei serbi?”. 

L’ Amb. Carotenuto, assente per un’improvvisa influenza, ha fatto arrivare i suoi ringraziamenti per il supporto al progetto in Egitto. Particolarmente gradita la presenza del Ricevitore del Comun Tesoro e Membro del Sovrano Consiglio, S. E. Fabrizio Colonna. Molto apprezzato è stato il suo intervento in cui ha elogiato il forte senso di collaborazione fra diverse Ambasciate e ricordato come sono organizzate la struttura, la governance e le opere dell’Ordine, sollecitato questo dagli ospiti che avevano interesse ad approfondirne la conoscenza. Una lotteria “elettronica” ha poi assegnato un soggiorno offerto da FINECO. 

La serata si è conclusa con un riconoscimento pubblico al Segretario d’Ambasciata Mauro Torre per il lavoro organizzativo svolto ed alla conduttrice della serata Monica Mattiolo per la sua azione efficace ma non invadente. 

Nel saluto finale l’Amb. di Luca ha evidenziato gli ottimi risultati raggiunti con l’asta, ringraziando i presenti che hanno ricambiato, augurandogli buon lavoro nel Principato di Monaco.

Particolarmente gradita la presenza al Charity Dinner del Ricevitore del Comun Tesoro, e Membro del Sovrano Consiglio, S.E. Fabrizio Colonna
L’Ambasciatore Alberto di Luca, con il Segretario d’Ambasciata Mauro Torre e la conduttrice della serata Monica Mattiolo, salutano e ringraziano i presenti per il generoso supporto al progetto “Make a WISH – Water fo Life”.
L’Ambasciatore Alberto di Luca, che lascia la Serbia il 30 novembre, con il suo successore, l’Ambasciatore-designato Francesco Amoruso.